2 commenti

Museo Archeologico Nazionale di Venezia: il racconto di un anno di attività

Un anno e mezzo fa, ero appena arrivata in Museo quando mi ha contattata una giovane laureata, Francesca Regina, che frequentando il master in didattica dei musei dell’Università di Ferrara, desiderava scegliere il Museo Archeologico di Venezia come sede per la sua work experience di alcuni mesi: è stato possibile quindi riorganizzare il servizio di visite didattiche, che dal 2008 era stato sospeso per mancanza di personale. Francesca ha ricostruito la rete dei contatti con le scuole della città e della provincia, ha preparato dei percorsi didattici all’interno del Museo e così a poco a poco la nuova aula didattica, allestita grazie ad un contributo della Fedrigoni spa, che ha fornito anche le coloratissime carte Fabriano, è tornata a riempirsi di bambini e ragazzi. La disponibilità e la collaborazione degli insegnanti delle diverse scuole è stata grande fin da subito. La Scuola ha “sete” di queste interazioni con le istituzioni culturali e altrettanto il Museo ha bisogno di riprendere un contatto diretto con una fascia preziosissima di utenti…

Nello stesso tempo tre giovani assistenti alla fruizione accoglienza e vigilanza del Museo, freschi vincitori di concorso, pur provenendo da altri ambiti culturali (ingegneria, lingue… il mondo del lavoro spesso oggi non è rispettoso delle passioni originarie) con un po’ di formazione da parte mia e notevole interesse da parte loro, hanno cominciato a conoscere i tesori del Museo e sono stati in grado a poco a poco di presentarli al pubblico nella loro (e mia) prima Settimana della cultura, la manifestazione istituzionale di primavera in cui tutti i Musei statali sono aperti gratuitamente. Grande era la voglia di raccontare le collezioni in giorni di particolare afflusso da parte di un pubblico cittadino attratto dalla ricca offerta di visite guidate oltre che dalla presentazione dei primi risultati del “Progetto EgittoVeneto” a cura delle Università di Venezia e Padova, finanziato dalla Regione Veneto, iniziato negli anni passati con lo scopo di catalogare i materiali egizi in Veneto e quindi anche nel Museo Archeologico.

settimana della cultura 2012

La locandina della Settimana della Cultura 2012

Nel frattempo è stato possibile mantenere viva l’esperienza didattica con le scuole iniziata da Francesca. Infatti qualche mese dopo la pattuglia di assistenti alla fruizione si è arricchita di altri tre archeologi e anche di una laureata dell’Università di Venezia e di tre dottorati del team EgittoVeneto e quindi l’offerta delle visite per le scuole si è arricchita ulteriormente. Il 2011/2012 è stato il primo anno scolastico di didattica continuativa e stiamo già preparando il secondo anno. Sta per uscire a giorni sulla nostra pagina FaceBook il nuovo calendario….

Tra le attività didattiche che mi piace ricordare c’è il laboratorio di Sound Design, organizzato con la scuola Dante Alighieri e l’Associazione veneziana Suoni freschi, anche perchè sto cercando di fare in modo che diventi un’ esperienza da ripetere, pur nel cambiamento, con altre scuole: si prende spunto da raffigurazioni incise su manufatti antichi per associarvi suoni creati o scelti dai bambini che sono messi in grado di elaborare con il computer storie sonore fantastiche (su FaceBook trovate alcune foto)

Il racconto del primo anno continua con la partecipazione del Museo ad altre iniziative istituzionali: in particolare per il 150° anniversario dell’Unità di Italia sono nati i Percorsi Museali d’Ascolto. L’occasione mi sembrava la più adatta: la celebrazione della patria in un museo che nasce nel 1587 per il dono alla “carissima patria” della collezione di “anticaglie” del patriarca di Aquileia Giovanni Grimani. A mio parere la musica e la storia dell’arte si completano fra loro e infiniti sono i mutui richiami e i reciproci scambi. La sfida era – ed è – trovare un collegamento (diretto, indiretto, emozionale) fra il brano musicale e il pezzo antico. Con “stazioni” di breve durata, perchè il percorso è itinerante nelle sale, si alternano la presentazione storico-artistica e l’esecuzione dal vivo: in questa prima esperienza (su FaceBook ci sono le foto e i video) da parte dei docenti e allievi del Conservatorio di Musica Benedetto Marcello di Venezia.

eventi museo archeologico venezia

Percorso Museale d’ascolto – 13 aprile 2011

Abbiamo ripetuto la stessa formula nella Prima Notte bianca della città di Venezia, ma questa volta, sotto la guida artistica del compositore veneziano Claudio Ambrosini, abbiamo creato un percorso museale d’ascolto (“Contrapunctum nei Musei di Piazza San Marco. Suoni del passato con e tra suoni del presente“) che ha coinvolto anche il Museo Correr e le Sale monumentali della Marciana (gli altri due musei che costituiscono il percorso integrato delle Procuratie Nuove di Piazza San Marco). Tutte e tre le istituzioni unite nelle due arti…ancora in collaborazione con il Conservatorio di Musica. I percorsi museali sono poi proseguiti con nuovi programmi d’ascolto e nuovi “collegamenti” nelle Giornate Europee del patrimonio, altro appuntamento istituzionale di apertura gratuita del Museo, questa volta in collaborazione con l’Ex Novo Ensemble (http://www.exnovoensemble.it/).

giornate europee del patrimonio venezia 2011

Accanto a queste iniziative volte a stabilire un contatto più “pensato” con il nostro pubblico, grazie ad una convenzione con la Regione Veneto, che mi ha fornito un nutrito gruppetto di schedatori, era iniziata nel “backstage” del Museo una intensa campagna di catalogazione sia dei manufatti esposti che di quelli conservati nei depositi… in un prossimo futuro la collezione del museo andrà on line: sono convinta che in questo modo si faciliti la visita sia per i non esperti che per gli studiosi… Ritorna il principio: aprirsi il più possibile… comunicare…diffondere….

Da dicembre e fino ad aprile 2012 nei tre Musei del Percorso integrato si è tenuta la prima mostra “a tre”, con inizio nel Museo Correr, prosecuzione nel Museo Archeologico e conclusione nelle Sale monumentali della Biblioteca Marciana: “Armenia impronte di una civiltà”, per celebrare i cinquecento anni del primo libro in lingua armena stampato a Venezia. Le sezioni dell’ esposizione al Museo Archeologico hanno riguardato la cultura letteraria, il pensiero scientifico, filosofico, la musica liturgica con i canti sharakan di una fra le più antiche e complesse civiltà del vicino Oriente, ma anche la fioritura culturale delle “colonie” storiche armene con un focus su quella veneziana, con le presenze, le visioni, le scritture turcologiche armene nel paesaggio veneziano…

armenia impronte di una civiltà

Tenda liturgica del 1689 da Eudocia, uno degli oggetti esposti alla mostra Armenia impronte di una civiltà

 

Spero di non avervi annoiato.. ma così avete cominciato a conoscerci. Da ora in poi ci seguirete passo passo…

P.S… non vi ho parlato del nuovo allestimento con un nuovo impianto illuminotecnico, al quale sto pensando.. anche se la cronica mancanza di fondi non lo renderà di immediata realizzazione… o dei lavori dei restauri che invece sono in corso per la riapertura del cortile di ingresso su piazzetta San Marco…… nei prossimi post vi metterò a parte di questi progetti…

Michela Sediari

(Direttrice del Museo Archeologico Nazionale di Venezia)

Annunci

2 commenti su “Museo Archeologico Nazionale di Venezia: il racconto di un anno di attività

  1. […] Museo Archeologico Nazionale di Venezia: il racconto di un anno di attività […]

  2. […] le attività che hanno caratterizzato l’anno 2011, e di cui parlavo nel precedente post, un capitolo a parte è la prima mostra ospitata dal Museo, dello scultore iraniano vivente Bizhan […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: