Lascia un commento

Al Museo è magia. Quella dei Pomeriggi d’Egitto

 

pomeriggi d'egittoI Pomeriggi d’Egitto si sono rivelati finora un grande successo. I due appuntamenti che si sono già svolti, dedicati l’uno ad Alessandria d’Egitto e al fascino dell’Egitto a Venezia, l’altro al dio Osiride, hanno infatti richiamato un folto pubblico di appassionati, segno che l’Egittomania oggi come ieri continua ad esercitare un fascino incredibile sulle persone.

Domani, 20 maggio, è il terzo appuntamento del ciclo di conferenze I POMERIGGI D’EGITTO AL MUSEO ARCHEOLOGICO DI VENEZIA, organizzato dal Museo, in collaborazione con le Università degli Studi di Padova e Ca’ Foscari di Venezia e con il Team EgittoVeneto. Domani relatore sarà il prof.Emanuele Marcello Ciampini, egittologo, ricercatore presso il Dipartimento Studi Umanistici di Ca’ Foscari. L’incontro sarà trasmesso sul canale Venipedia TV: http://venipedia.it/tv/venipedia/

Se l’Egitto in sé è un argomento affascinante, il tema di domani lo sarà ancora di più: si parlerà infatti degli dei egizi e della magia. Per introdurvi al tema, vi presentiamo un oggetto della collezione del nostro museo, che ben rappresenta l’importanza della magia presso gli antichi egizi:

 

Stele magica di Arpocrate. Venezia, Museo Archeologico Nazionale

Stele magica di Arpocrate. Venezia, Museo Archeologico Nazionale

Questa piccola (h. cm 12,3; largh. cm9,3, prof. c 2,2) stele magica in basalto nero raffigura Arpocrate, figlio di Iside ed Osiride, sopra due coccodrilli contrapposti e affiancati, dei quali quello in secondo piano è senza coda. La divinità porta la caratteristica treccia sul lato destro del capo ed una corona costituita da un ureo centrale con due grandi piume. Le braccia sono aperte e stringe nella mano destra uno scorpione ed un leone, mentre nella sinistra un leone e alcune gazzelle. Ai lati della stele si intravvedono due alte colonne, quella di sinistra col capitello a forma di fiore di loto, quella di destra invece a fiore di papiro. Narra il mito che Arpocrate fu punto da uno scorpione e guarì grazie alla magia della madre divenendo così il simbolo delle guarigioni; l’amuleto o, come in questo caso la stele magica, che lo raffigurava in piedi su un coccodrillo ,era considerato di buon auspicio in caso di malattia. La stele è datata per motivi stilistici ad Epoca tolemaica (la dinastia dei Tolomei governò l’Egitto dal 305 a.C. al 30 a.C.).

scarabeo egizio, VI secolo a.C., Venezia, Museo Archeologico Nazionale

scarabeo egizio, VI secolo a.C., Venezia, Museo Archeologico Nazionale

A proposito di amuleti magici, davvero molto diffusi nel mondo egizio, in museo è esposto un amuleto in lapislazzuli, già appartenuto alla collezione di Girolamo Zulian, a forma di scarabeo: l’animale è perfettamente riconoscibile, con torace, testa e zampe eseguiti a rilievo con sottili linee parallele incise. Il nostro scarabeo, databile al VI secolo a.C. giunse nella collezione Zulian probabilmente da Alessandria d’Egitto tra il 1792 e il 1794 insieme ad altri oggetti egizi. L’amuleto a forma di scarabeo è uno dei più importanti amuleti magici del mondo egizio, in quanto è l’amuleto del cuore: il cuore veniva asportato dal corpo del defunto prima della mummificazione e al suo posto veniva messo uno scarabeo, come fonte di energia e di movimento per la nuova vita. Lo scarabeo era considerato dagli Egizi animale dai grandi poteri ed era l’emblema del dio Khepre, che faceva muovere il sole nel cielo. L’amuleto a forma di scarabeo, con le opportune formule magiche iscritte, infondeva protezione e nuova vita al defunto mummificato.

L’appuntamento allora è per domani, alle ore 17, al Museo Archeologico Nazionale di Venezia. Vi aspettiamo!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: