Lascia un commento

Progetto MUSA al Museo Archeologico di Venezia: presentato oggi il progetto pilota didattico

Il 29 maggio 2014 lo ricorderemo come il giorno dell’ubiquità. La direttrice del Museo, Michela Sediari, era infatti impegnata contemporaneamente a Roma e a Venezia. A Roma ha partecipato al ForumPA per presentare insieme allo IUAV – laboratorio Circe (Centro inter dipartimentale e rilievo cartografia ed elaborazione) e a Tooteko (una start up di riproduzioni tattili) un progetto intitolato “museo per tutti” studiato per il pubblico degli ipovedenti e non vedenti ma utile per arricchire il percorso di visita anche per i visitatori normovedenti (vi racconteremo meglio più avanti). A Venezia invece ha partecipato al Convegno “Musa: i giovani, la scuola, i musei” presso il Liceo Marco Foscarini di Venezia.

un momento  della formazione con Marcella De Paoli davanti alla statua dell'"Abbondanza Grimani"

un momento della formazione con Marcella De Paoli davanti alla statua dell'”Abbondanza Grimani”

Il convegno di Venezia ha presentato per l’appunto il progetto pilota didattico MUSA per l’alternanza scuola-lavoro nei licei. Il progetto è volto a creare un nuovo modello di interazione sinergica tra scuola e alcune realtà museali della città di Venezia. In particolare sono stati presentati da Annalisa Perissa, responsabile dei  servizi educativi del Polo museale,  e da Michela Sediari, direttrice del Museo (con una intervista registrata in Museo causa coincidenza con il  Convegno ForumPA) i primi risultati del Progetto  MUSA AL MUSEO ARCHEOLOGICO, che si è svolto a partire dal 25 marzo 2013 e che si concluderà nella prima settimana di settembre. Ecco i partecipanti al  progetto:

Per il museo: referente Michela Sediari, direttrice del Museo; staff: Francesca Crema, Marcella De Paoli, Ilaria Fidone, Edy Fonsato, Angelo Stuto, assistenti alla vigilanza e accoglienza del Museo.

Per il Liceo Classico Foscarini: Referente: Tiziana Voi, docente di greco e latino; 12 studenti: Beatrice Bison, Giorgio Bombassei, Aljosha Brando, Ludovica Camozzo, Guglielmo Magnifichi, Alvise Peretti, Cecilia Romano, Almira Samadraxha, Francesca Schivardi, Emma Tiozzo, Greta Vianello, Giampietro Vianello Doretto.

L’obiettivo del progetto MUSA è la formazione di 12 GIC  (GIOVANI INTERMEDIATORI CULTURALI) che svolgeranno il servizio di mediatori tra il Museo e il Pubblico nella prima settimana di settembre 2014 con accoglienza dei visitatori ed illustrazione in italiano e inglese dei principali capolavori del Museo. Il progetto si è svolto in una prima fase di 10 ore (cinque incontri di due ore) dal 25 marzo al 22 aprile di formazione a carattere generale, ma specifica per allievi di liceo classico, da parte dei cinque assistenti  con focus su alcuni capolavori del Museo.  Gli argomenti trattati sono stati: la storia del Museo e delle sue collezioni; i principali periodi della storia dell’arte antica; il mito come chiave di lettura; il valore delle immagini nell’antichità; le iscrizioni latine e greche del Museo, come  fonte di ricostruzione storica. A seguire, a partire dal giorno 8 maggio 6 ore (tre incontri di due ore) per verifica e “affinamento sul campo” da parte della direttrice del Museo. Infine i ragazzi svolgeranno delle repetita “libere” con la direttrice durante il periodo estivo in date da concordarsi.

E’ stata (ed è..) una bellissima esperienza  di scambio reciproco  per i ragazzi e per il Museo. Vi racconteremo altri particolari  e vedrete i  GIC all’opera  a settembre!!!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: